Artista della Mongolia Zhou Wusheng a Roma

Artista della Mongolia Zhou Wusheng a Roma

Intervista a cura di Giuseppe De Pietro

Al Palazzo Velli in questi giorni vi è stata la mostra personale dell’artista cinese Zhou Wusheng, le cui opere saranno presentate in Italia per la prima volta.
Sono state esposte una selezione delle sue opere che esprime l’interesse e la fascinazione dell’artista nei confronti della semplicità dell’elemento naturale. Il percorso espositivo si rivela attraverso delicati acquerelli che propongono scene armoniose di uccelli, piante e fiori. Dietro ogni soggetto rappresentato si nasconde un significato profondo che affonda spesso le proprie radici nell’antica tradizione orientale.

Zhou Wusheng è nato a Baotou, nella Mongolia interna. Professore del Dipartimento di Pittura tradizionale cinese dell’Accademi di Belle Arti di TianJin, direttore dello Studio di ricerca ”Uccelli e fiori”. E’ socio dell’Associazione degli Artisti Cinesi e membro dell’Associazione d’Arte Cinese di Hue.
Le sue opere sono state esposte e pubblicate a Pechino, Shanghai, Tianjin, Guangzhou, Lanzhou, a Taiwan, in Giappone ed in Corea.

1999: l’opera Primavera: luce soffusa è selezionata per la Mostra di Pittura Contemporanea Cinese e Calligrafia; l’opera Neve è selezionata per la II Mostra Nazionale Cinese degli Uccelli.
2002: l’opera Bellezze partecipa alla 60a edizione del Premio nazionale d’Arte; l’opera Colori e fiori partecipa alla Mostra Nazionale degli Istituti Superiori d’Arte a Taiwan.
2003: l’opera Chiare bellezze partecipa alla prima edizione della Biennale d’Arte Internazionale di Pechino, aggiudicandosi il secondo premio.
2004: l’opera Bambù partecipa alla Mostra Nazionale di Pittura Cinese.
2005: l’artista è nominato tra i primi dieci giovani artisti all’interno del Festival della Gioventù di Tianjin; l’opera Mattino bagnato partecipa alla V edizione della Mostra Nazionale di Artisti Contemporanei Cinesi.
2007: l’opera Aquila sul pino partecipa all’Esposizione Internazionale d’Arte Contemporanea in Giappone; tiene la sua prima mostra personale a Dongguan; prende parte all’Associazione Nazionale Artisti del XX ue prime esperienze di vita, dalla sua formazione in Cina al suo arrivo in Italia dove frequenta la Accademia delle Belle Arti, dove lo completa in questa disciplina. Affrontando il suo percorso artistico, spaziando sul concetto di arte, Wusheng si sofferma anche sulla funzione della natura nella tradizione cinese e in particolar modo sulle icone e sul concetto dei fiori, piante ed uccelli. Le sue opere “Quali elementi cromatici ed immagini rapite dai suoi vigili occhi si sviluppano secondo un preciso disegno generale, in cui linee, preferibilmente dai colori morbidi, concentrano il pensiero e fluidi colori smorzano i violenti cromatismi in una generale armonia di linee, immagini, colori. Le opere di Zhou Wusheng sono fonte di una profonda meditazione, frutto di un modo di vita che non trova confronti con la quotidianità occidentale. Entra nella conoscenza individuale e ne trae una sorta di emozione che abbracciano un ciclo vitale. Questi impulsi si avvertono nel più profondo dell’anima….Nulla é creato al caso, ben consapevole di lasciare ai successori un discorso nella narrazione artistica….egli si erge come ninfea lasciando sotto il sé il mondo visibile, per penetrare nella forma, plasmarla, diventarne parte nell’umiltà come forza espressiva.”
2008: partecipa alla quarta edizione della Mostra Nazionale di Pittura Cinese, organizzata per commemorare il 30° anniversario del Trattato di Amicizia.
2009: partecipa alla mostra “Patrimonio di inchiostro”, organizzato dall’Accademia di Belle Arti di Tianjin, Dipartimento di Pittura; l’opera Ottobre e il fresco partecipa alla Mostra dei Maestri della Pittura Cinese.

Da qualche anno in particolare si assiste all’imporsi, sulla scena internazionale contemporanea, degli artisti orientali. Il forte interesse suscitato nei media ed il riscontro nei risultati del mercato inducono ad alcune riflessioni storiche sul percorso artistico orientale dell’artista Wusheng che traccia nel suo percorso artistico una commistione di linguaggi espressivi inclini a presentare un’arte intesa in senso universale.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *