Il rapporto interculturale in Italia


Il rapporto interculturale può migliorare la mobilità di persone, merci e capitali, l’aumento della ricchezza, della salute e dell’aspettativa di vita, implica elementi conflittuali e rischi che investono la persona nella sua essenza. I nuovi scenari, quali la globalizzazione, la new economy, le rivoluzioni informatiche, sempre più sembrano accompagnarsi a problemi e contrasti, specie sul piano della comunicazione fra soggetti appartenenti a culture differenti. Il settore educativo risulta essere investito in maniera significativa da tali mutamenti: sorgono insicurezze e paure, si ripensano frettolosamente le strategie d’intervento, i programmi scolastici, i curricoli formativi.

Si cerca di gettare le fondamenta sulle quali articolare risposte valide per la realtà italiana. Tutti i contributi sono tesi in grado di cogliere non solo i problemi, ma anche le opportunità della vita in un contesto pluralistico e multiculturale, e di costituire un solido riferimento per studenti, insegnanti, educatori professionali e tutti coloro che hanno a cuore il miglioramento della civiltà umana.

In questo terzo millennio la globalizzazione e i crescenti movimenti migratori creano occasioni sempre più frequenti di intrecci culturali, etnici, linguistici e religiosi tra persone provenienti da realtà diverse. In questo contesto che il mediatore interculturale gioca un ruolo decisivo come soggetto attivo del processo di integrazione sociale e culturale.

Mediazione interculturale evoca la natura di tale ruolo: da un lato, infatti, essa interviene “mediando”, come strumento di sintesi tra diverse componenti identitarie, culturali, religiose, etniche. Dall’altro, il termine “interculturale” include tutti quegli aspetti che formano l’identità dei singoli. Agendo sia a livello individuale che collettivo, in virtù di una profonda conoscenza di tutte le identità coinvolte, il mediatore interculturale interviene attivamente nel dialogo sociale, favorendolo e rafforzandolo. Muovendo da tali premesse, la figura del mediatore interculturale si è progressivamente specializzata e qualificata, assolvendo a molteplici funzioni: interpretariato linguistico, comunicazione,  formazione, orientamento, accompagnamento, assistenza, formazione, ricerca, consulenza, progettazione, gestione del conflitto.

Contestualmente, si è deciso di realizzare un approfondimento sulla realtà nazionale, con particolare attenzione al quadro normativo di riferimento e alle diverse esperienze maturate nelle Regioni italiane.

Si pone dunque l’obiettivo di offrire uno sguardo d’insieme sulla  mediazione interculturale e sul ruolo del mediatore interculturale nelle politiche di integrazione dei migranti, in Italia e nell’Unione Europea.

La mediazione interculturale gioca un ruolo centrale nel processo di integrazione degli stranieri nella società di accoglienza e rappresenta una precondizione dell’effettivo godimento dei diritti fondamentali. L’attenzione a tale strumento è stata evidenziata in più occasioni anche dalle istituzioni dell’Unione Europea.

Giuseppe De Pietro

Ufficio Stampa

意大利的跨文化關係

跨文化關係可以改善人員,貨物和資本的流動性,

財富,健康和預期壽命的增加意味著要素

將人投入其本質的衝突和風險。新方案,

如全球化,新經濟,信息革命,總是如此

更多似乎伴隨著問題和衝突,特別是在溝通方面

在屬於不同文化的科目之間。結果是教育部門

在這些變化中投入了大量資金:出現了不安全感和擔憂,

匆匆重新考慮干預策略,學校課程,i

培訓課程。

我們試圖為闡明現實的有效答案奠定基礎

意大利。所有的貢獻都是緊張的,不僅能夠掌握問題,

還有多元化和多元文化背景下的生活機會,例如:

為學生,教師和專業教育工作者提供堅實的參考

以及所有關心人類文明進步的人。

在這第三個千年中,全球化和不斷增長的移民運動創造了

越來越頻繁的文化,種族,語言和宗教交織的場合

來自不同現實的人之間。在這種情況下,調解員

跨文化主義在整合過程中起著決定性的作用

社會文化。

跨文化調解喚起了這一角色的本質:一方面,它進行了乾預

“調解”,作為不同身份組成部分之間的綜合手段,文化,宗教,

民族。另一方面,“跨文化”一詞包括形成的所有方面

個人的身份。憑藉一個人單獨或集體行動

跨文化調解員介入,深入了解所涉及的所有身份

積極參與社會對話,支持和加強它。從這些場所開始,

跨文化調解員的形象逐步專業化,合格化,

履行多種功能:語言解釋,溝通,信息,

方向,伴奏,援助,培訓,研究,建議,規劃,

衝突管理。

與此同時,決定對國家情況進行研究,

特別注意參考監管框架和不同的經驗

在意大利地區成熟。

因此,目的是提供跨文化調解的概述

以及跨文化調解員在移民融合政策中的作用

意大利和歐盟。

跨文化調解在整合過程中發揮著核心作用

外國人在東道國社會中代表了會員資格的先決條件

享受基本權利。人們已經強調了對這一工具的關注

有幾次也是由歐盟機構提供的。

朱塞佩·德彼得羅

新聞辦公室